Username: Password: Auto: | Entra nel forum | Registrati
   Copyright | Privacy
Home page > Biblioteca
Cerca:

i bambini e la loro famiglia   L'apprendista genitore
  Psicologia ed educazione

  Cercando le parole
  Proposte di lettura

  Crescere giocando
  Occasioni di sviluppo ludico

  Stili di vita
  Opportunità ecosostenibili


misurare e calibrare   Mille e una realtà
  Frammenti di mondo

  Famiglie & Società
  Istruzioni per l'uso

  Incontri in officina
  Vite e storie

  Girovagando
  In giro per fare ed imparare



partecipa anche tu

 proponi un articolo,
 una segnalazione, o altro.
 scopri come scrivendo a
 
redazione@officinagenitori.org

 

Condividi versione stampabile
Tags: separazione

Separazione, i passi da compiere



In Italia separazioni e divorzi sono fenomeni in continua crescita: nel 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni 1.000 matrimoni, nel 2008 si arriva a 286 separazioni e 179 divorzi.

La durata media del matrimonio al momento dell'iscrizione a ruolo del procedimento di separazione è risultata pari a 15 anni, 18 anni in media per i divorzi.

Il fenomeno dell'instabilità coniugale presenta situazioni molto diverse sul territorio: nel 2008 si va dal valore minimo di 186 separazioni per 1.000 matrimoni che caratterizza il Sud, al massimo osservato nel Nord-ovest (363 separazioni per 1.000 matrimoni). Dati Istat

Lo scopo di questo articolo, che non ha pretesa di esaustività, è quello di fornire alcune informazioni che possano risultare utili a chi, intendendo separarsi legalmente dal proprio coniuge o trovandosi suo malgrado coinvolto in un giudizio di separazione promosso da quest'ultimo, sia costretto a prendere decisioni e a doversi orientare in questa nuova realtà.

Essendo questo un sito dedicato a genitori, ed essendo chi scrive particolarmente interessata alla tutela del minore, l'argomento sarà affrontato attribuendo un valore prioritario al benessere dei figli, in coerenza con lo spirito della legge 8 febbraio 2006 n° 54 che, riformando le disposizioni precedentemente vigenti in materia di separazione, ha introdotto l'istituto dell'affidamento condiviso dei figli che è da considerare la regola sempre applicabile, salvo che ragioni di opportunità facciano propendere il Tribunale per una soluzione diversa.
Infatti la maggiore innovazione introdotta da detta legge è la centralità della figura del figlio e del suo diritto a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascun genitore.

Come è noto, esistono due forme di separazione legale: consensuale e giudiziale.
La prima suppone un accordo tra i coniugi in ordine a tutte le condizioni deputate a regolare i rapporti patrimoniali e non patrimoniali la seconda si verifica quando, seppur esplorate le possibilità di addivenire ad un accordo, l'animosità tra i coniugi e la distanza delle posizioni di questi in ordine alle questioni maggiormente rilevanti (affidamento e collocamento dei figli minori, assegnazione della casa coniugale, determinazione dell'assegno di mantenimento in favore del coniuge economicamente più debole, nonché di quello dovuto a titolo di contributo al mantenimento dei figli) impedisca l'accordo delle parti.

I procedimenti in materia di separazione e divorzio sono esenti da spese processuali, cosicchè non sono dovute allo Stato spese per l'introduzione del giudizio, per l'estrazione di copie conformi degli atti giudiziali e spese di registrazione della sentenza.
Sono viceversa dovuti i compensi agli avvocati.
Per chi versi in condizioni economiche particolarmente disagiate (d.p.r. 115/2002 art. 76) è tuttavia possibile presentare domanda presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati presso il Tribunale della propria città, per essere ammesso a godere del patrocinio a carico dello stato.
In tal caso, il difensore dovrà essere scelto tra quelli pubblicati negli appositi elenchi e nulla dovrà essergli corrisposto.

Di seguito schematizzeremo i passaggi che si susseguono nell'ambito delle due forme di separazione:

Separazione Consensuale
Separazione Giudiziale


Floriana Rendina per Officina Genitori

Foto di Ilaria Nasini


Data di pubblicazione: 27-02-2011

COMMENTI
Per inviare un commento devi autenticarti con la tua password di Officina!
Commenti pervenuti finora: