Username: Password: Auto: | Entra nel forum | Registrati
   Copyright | Privacy
Home page > Biblioteca
Cerca:

i bambini e la loro famiglia   L'apprendista genitore
  Psicologia ed educazione

  Cercando le parole
  Proposte di lettura

  Crescere giocando
  Occasioni di sviluppo ludico

  Stili di vita
  Opportunità ecosostenibili


misurare e calibrare   Mille e una realtà
  Frammenti di mondo

  Famiglie & Società
  Istruzioni per l'uso

  Incontri in officina
  Vite e storie

  Girovagando
  In giro per fare ed imparare



partecipa anche tu

 proponi un articolo,
 una segnalazione, o altro.
 scopri come scrivendo a
 
redazione@officinagenitori.org

 

Condividi versione stampabile
Tags: Creatività, Candele, Portacandele

A lume di candela



Collegandoci alla proposta di M'illumino di meno ecco qui di seguito alcuni suggerimenti per coinvolgere i nostri figli e sensibilizzarli sul risparmio energetico: creiamo insieme candele e portacandele da utilizzare proprio il giorno della manifestazione per spegnere le luci tradizionali e trascorrere una prima giornata con una luce…diversa!

Le lanterne di Aladino
Occorrente: vasetti di vetro tondeggianti, colori per vetro, pasta d'oro per vetro in tubetto, pennello, guanti in lattice, lumini o candele, fil di ferro e nastri colorati di stoffa

I vasetti di vetro possono essere facilmente trasformati in piccole lanterne: con un pennello stendete del colore sulla superficie esterna del barattolo e lasciate asciugare completamente. Quindi con un tubetto di pasta d'oro per vetro, munito di un beccuccio sottile, disegnate delle decorazioni sulla superficie del barattolo. Modellate il fil di ferro attorno all'apertura del barattolo ottenendo un manico che potrete poi andare a "foderare" con il nastro di stoffa. Inserite la vostra candela o il vostro lumino ed ecco la lanterna di Aladino!

Le zucchette portacandele
Si possono creare degli originali portacandele anche con delle piccole zucchette decorative, basterà inciderle formando un foro rotondo che possa contenere la vostra candela, svuotarle dalla polpa con uno scavino ed eventualmente intagliarle, decorandone cosi i bordi; inserite poi la vostra candela ed eventualmente un rametto di bacche come decorazione finale.

Portacandele con i bicchieri
Occorrente: bicchieri economici in vetro lisci, carta velina o carta di riso colorata, colla e pennello

Con il pennello spalmate di colla vinilica l'esterno del bicchiere, il bordo e l'interno per 1 cm circa. Strappate delle piccole strisce o dei pezzetti di carta e applicatele all'esterno del bicchiere, sul bordo e all'interno.
Ogni volta che applicate una striscia di carta stendete sopra un altro strato di colla. Fate tre o quattro strati di carta nel caso usiate la velina, mentre con la carta di riso, sovrapponendola leggermente, anche con un solo strato otterrete un bell'effetto chiaro-scuro.

I coni cerosi
Occorrente: due fogli di cera d'api (circa 20x 40 cm l'uno) in due colori diversi ma abbinati, stoppino per candele.

Tagliate i fogli di cera d'api in modo da ottenere due triangoli rettangoli coincidenti nei lati dei cateti e facendo in modo che uno dei due sia leggermente piu' piccolo sul lato dell'isoscele; sovrapponeteli e tagliate un pezzo di stoppino lungo il lato più corto dei triangoli. Appoggiatevelo sopra e scaldate i due fogli con un asciugacapelli per ammorbidirli; ponendo molta attenzione per non spezzare i fogli, arrotolateli ben stretti attorno allo stoppino, esercitate una leggera pressione sull'ultimo lembo, quello più esterno, in modo da fissarlo alla base del cono ottenuto. Regolate se è il caso la lunghezza dello stoppino con le forbici ed ecco pronto il vostro cono ceroso.


Decoriamo le candele

Acquistate delle candele semplici e personalizzatele, è sufficiente ammorbidire la candela tenendola qualche minuto vicino ad una lampada accesa e poi appoggiarvi sopra la decorazione in modo che affondi nella cera: potete usare semi o pailletes, bottoni o passamaneria.

Orietta Venturi e Anna Wittreich per Officina Genitori

Foto di ^@^ina



Data di pubblicazione: 17-02-2011

COMMENTI
Per inviare un commento devi autenticarti con la tua password di Officina!
Commenti pervenuti finora: