Username: Password: Auto: | Entra nel forum | Registrati
   Copyright | Privacy

i bambini e la loro famiglia   L'apprendista genitore
  Psicologia ed educazione

  Cercando le parole
  Proposte di lettura

  Crescere giocando
  Occasioni di sviluppo ludico

  Stili di vita
  Opportunità ecosostenibili


misurare e calibrare   Mille e una realtà
  Frammenti di mondo

  Famiglie & Società
  Istruzioni per l'uso

  Incontri in officina
  Vite e storie

  Girovagando
  In giro per fare ed imparare



partecipa anche tu

 proponi un articolo,
 una segnalazione, o altro.
 scopri come scrivendo a
 
redazione@officinagenitori.org

 


Progetti

È grazie a questa vivacissima community, se un viaggio e un'idea diventano – oggi - una piccola opportunità in un angolo di mondo dove un libro è ancora un sogno.

Quella che segue è la genesi del progetto e la sua difficile e lunghissima realizzazione, a memoria di quanto comunque si può fare con poche risorse, ma grandi cuori.

Tutto nasce dal viaggio adottivo di M., frequentatrice della community, in Burkina Faso precisamente a Dédougou, circa 280 km di distanza dalla capitale Ouagadougou, in una delle zone più povere e isolate del paese.
M. è anche il presidente di un'associazione italiana di volontari – Mama Africa – che opera esclusivamente nel continente africano con progetti di sostegno alla popolazione locale e di sostegno a distanza di bambini e ragazzi, l'incontro di principi e ideali con noi avviene, dunque, attivando, nell'anno 2006, il sostegno ad uno splendido progetto:
Bibliothèque.

Bibliothèque si pone l'obiettivo di realizzare, all'interno dell'Orphelinat Sainte Cécile di Dédougou, una biblioteca per ragazzi, di acquistare una TV comunitaria, di impiantare un Internet point e, infine, di costruire un centro ludico.
Un'idea per occuparsi di chi resta, dei bambini e dei ragazzi che non sono stati adottati e dovranno restare in istituto, dice M.

Perché proprio una biblioteca? Perché imparare a leggere non serve a nulla se non hai niente da leggere, specialmente in un paese in cui i libri costano come in Europa e nessuno se li può permettere: per questo non esistono librerie a Dédougou. Per far "vivere" la lettura come divertimento e non più solo un compito di scuola, esattamente come sogniamo per i nostri bambini. Per dare un senso a quel che a scuola si fa e che sembra inutile, dato che la vita quotidiana si basa su altre competenze.

Perché una Tv comunitaria per ragazzi? Perché i ragazzi di Dédougou vivono un pesante isolamento materiale e culturale. Per rafforzare la dimensione comunitaria, puntando sulle risorse della cultura locale, orale e "visiva". Per poter visionare video sia a scopo ricreativo che didattico, migliorando nel contempo anche l'apprendimento della lingua francese.

Perché un Internet point e un centro ludico? Per fornire un'ulteriore possibilità di apprendimento e contatto. Per contrastare l'abbandono scolastico e per fornire ai ragazzi più grandi l'opportunità di tentare nuovi sbocchi professionali.

Il Progetto Bibliothèque sarà realizzato negli spazi dell'Orphelinat di Dédougou, che oggi ospita circa 70 bambine e qualche bambino, ma è concepito come spazio fruibile da tutti i bambini e i ragazzi di Dédougou, creando in tal modo un ponte fra l'Orphelinat e la comunità locale.

Una volta presa la decisione di finanziare il progetto, uno degli strumenti ad esempio la vendita del Calendario per il quale tutta la community si impegna con una colorata carrellata di 14 pagine delle immagini più simpatiche, buffe, profonde della vita accanto ai bambini e poi acquistandolo e diffondendolo.
Ma non solo, la community si attiva anche nel raccogliere materiale indispensabile alla realizzazione del progetto: libri in francese e inglese, giocattoli didattici, videocassette in francese e inglese, cartoni animati, bambole etniche, animali, trenini, e tanti altri giochi.

La somma, oltre i materiali, complessivamente raccolta ammonta a 3.500,00 euro!

Nell'anno 2008 l'Associazione Mama Africa lascia il proseguimento del progetto all'Associazione Nova (italiana) che, in collaborazione con l'associazione locale Here Kadi in Burkina Faso, interviene, dunque, sull'area di "agio" dei bambini e dei ragazzi del paese africano, configurandosi come valore aggiunto rispetto ai tanti essenziali progetti sul "disagio" che si realizzano in queste regioni (acqua, scuola, ecc.).
Inoltre l'affidamento diretto del progetto a Here Kadi, che è una associazione locale, è in linea con le nostre strategie di scambio, collaborazione e cooperazione.

Finalmente l'8 ottobre 2008 si versa la prima tranche di contributo – 2.800,00 euro - all'Associazione Nova a copertura delle spese di arredo locali, già realizzati dagli artigiani del posto, e nel febbraio del 2010 partono e arrivano a destinazione - via area - 2 cartonpalletts (108x58x90 dal peso complessivo di 230 kg ) che contengono tutto il materiale raccolto per il progetto Bibliothèque in questi anni.

Nel frattempo l'Associazione locale Here Kadi porta avanti i lavori di ampliamento della sua sede e destina un locale di circa 40 mq interamente alla biblioteca e ludoteca.

Il contatto diretto che continua ad avere la nostra M., ci permetterà infine, di vedere in foto la biblioteca e centro ludico, finalmente completata e in uso!

Redazione Officina Genitori


Nota:
Bibliothèque era nato inizialmente in seno all'Associazione Genitoriche, che nel corso della realizzazione del progetto ha visto la fuoriuscita di alcune socie, le stesse che oggi curano Officina Genitori.
La redazione di Officina è oggi, per decisione presa in comune accordo con il consiglio direttivo dell'Associazione Genitoriche, responsabile di questo progetto che è sempre stato seguito e portato avanti grazie al supporto e alla partecipazione della Community di Officina Genitori.


Download: def_logo_biblioteque.gif